L’identikit dei Millennials

I Millennials sono la generazione (denominata anche Generazione Y) che raggruppa i giovani al di sotto dei 30 anni. La caratteristica più evidente dei Millennials è quella di essere la prima generazione della storia che, nella propria età adulta, presenti dimestichezza con la tecnologia digitale e ne conosca spontaneamente i codici.

Infatti i Millenials partecipano ai flashmob, fanno l’happy hour, acquistano low cost. Sono youtuber, fashion blogger e instagrammer, nonché followers ed influencers. Sono influenzati dalle mode e dalle notizie che girano sul web.

Le difficoltà nel mondo del lavoro

Parliamo delle note dolenti: secondo i dati Istat riferiti alla media dei primi 9 mesi del 2017, gli under 25 si fermano ad un tasso di occupazione del 17%, con percentuali di disoccupazione del 35,4% e di inattività del 73,7%.

La situazione migliora, ma solo leggermente, se si allarga il range dei “giovani” fino ai 35 anni: il tasso di occupazione è al 40,5%, quello di disoccupazione al 21,5% e quello di inattività del 48,4%.

Ma il vero gap abissale è quello con la generazione dei “senior” (35/ 49 anni): il loro tasso di occupazione è al 73%, quello di disoccupazione al 9,3% e quello di inattività al 19,5%.

 

I vantaggi di essere un Millennials

I Millennials sono molto più internazionali rispetto alle generazioni precedenti, conoscono le lingue straniere (soprattutto l’inglese) e sono avvantaggiati con le tecnologie, sono nativi digitali.

La mobilità all’estero inizia già nelle scuole secondarie e diventa prassi all’università: possibilità di scambio inesistenti fino a qualche decennio fa.

La mobilità internazionale viene data quasi per scontata per chi ha meno di 30 anni: l’elasticità è naturale ed il lavorare all’estero non viene percepita come una condanna, ma anzi come un’opportunità commisurata tra prospettive di carriera e retribuzione.

Inoltre, il loro vero asso nella manica è l’uso strategico delle tecnologie: questo significa maneggiare con più dimestichezza smartphone e tablet, essere presenti ed attivi sui social network, fare uso di chat e Video CV.

Sono fin da subito in grado di lavorare con le App, di scambiarsi i documenti via Skype o WhatsApp.

 

Il rapporto tra i Millennials ed Internet

  • Risolvere le esigenze quotidiane: il 71% ricerca informazioni, in particolare per il proprio lavoro / percorso di studio, nel momento stesso in cui si manifesta l’esigenza
  • Intrattenimento: Internet è non solo un modo per passare il tempo, ma anche un modo per tenersi costantemente aggiornati sulle proprie passioni e sui propri interessi
  • Imparare cose nuove: Internet è una fonte di informazione imprescindibile per rimanere aggiornati in real time: un’immancabile finestra sul mondo.

Il peso dei Millennials è un dato che assolutamente non si può trascurare: queste persone sono always on, connessi dalla mattina alla notte, tanto che rappresentano il 55% degli utenti online in Italia tra le 12:00 e le 21:00.

 

NETtoWORK un’opportunità per i Millenials

NETtoWORK rappresenta una grande opportunità per i Millennials: permette loro di avere la possibilità di farsi conoscere dalle aziende che cercano giovani talenti tramite una piattaforma innovativa. La natura social di NETtoWORK permette ai Millennials non solo di interagire tra di loro, ma di avere contatti diretti via chat con le aziende e di presentarsi ad esse tramite il Video CV, oltre a fare formazione per prepararsi per i colloqui di lavoro ed essere sempre aggiornati sul mondo del lavoro giovanile.

Registrati su NETtoWORK e diventa protagonista del tuo futuro.

 

Iscriviti su NETtoWORK
Your Connections, Your Success!

iscrizione nettowork
Iscriviti su NETtoWORK – www.nettowork.it