Come presentarsi a un colloquio di lavoro

Come presentarsi a un colloquio di lavoro

 

Sei stato contattato da un’azienda per un colloquio di lavoro? Ottimo! Significa che potresti essere un candidato interessante.

In questo momento stai pensando a come prepararti, a cosa indossare oppure a come presentarti al meglio? Sono tutte domande legittime che è bene porsi in vista di un colloquio, anzi, in vista di una (possibile) nuova assunzione.

In questo articolo, troverai i nostri consigli su come presentarsi al meglio a un colloquio di lavoro.

 

Colloquio di lavoro: come presentarsi e comportarsi

Durante un colloquio di lavoro, i selezionatori avranno una prima vera impressione di te.

Pensa al colloquio come un’occasione per i recruiter di approfondire le tue esperienze, le tue skill, il tuo percorso di studi, i tuoi punti di forza e le affinità con la posizione offerta.

Preparati in anticipo: sembrerai molto più sicuro di te davanti ai selezionatori. Non innervosirti, rimani composto e non agitare troppo le mani mentre parli.

Ricordati di prepararti anche una breve presentazione personale: probabilmente sarà una delle prime domande per rompere il ghiaccio.

Quando i selezionatori ti faranno delle domande, rifletti un attimo prima di rispondere e pensa a come organizzare il discorso. Utilizza frasi semplici e chiare: ti permetteranno di ottenere maggiore fluidità nel discorso e i recruiter seguiranno meglio il tuo ragionamento logico.

 

5 regole di galateo per un colloquio di lavoro al top

Ecco quali sono, per noi, le regole fondamentali di galateo per un buon colloquio:

 

  1. Arriva puntuale. Puntualità non significa 20 minuti in anticipo: presentati in azienda 5 minuti prima dell’orario indicato. La sera prima del colloquio, visualizza il percorso per arrivare in azienda e organizza il viaggio.
  2. Dress code. Non ricorrere agli eccessi, scegli indumenti semplici ed eleganti che ti facciano sentire a tuo agio.Così i selezionatori si soffermeranno sulle tue argomentazioni, non sull’abbigliamento. 
  3. Essere educati. Presentati con un sorriso e una stretta di mano, parla in modo chiaro e siediti composto. Con pochi e semplici gesti potrai fornire molte informazioni ai recruiter.
  4. Spegni il cellulare. Non rischiare di ricevere chiamate o messaggi che disturbino il colloquio.
  5. Arriva preparato. Prima di un colloquio di lavoro, effettua delle ricerche sull’azienda: ti tornerà utile durante la chiacchierata con i selezionatori.

 

Errori più comuni da evitare durante un colloquio

Dopo esserci concentrati sulle buone abitudini comportamentali durante un colloquio di lavoro, possiamo ora analizzare le cattive abitudini da non adottare in vista del colloquio.

Purtroppo, durante il colloquio, lo stress e la pressione rischiano di compromettere la tua performance.

Vediamo ora alcuni degli errori più comuni che i candidati commettono durante il colloquio; in questo modo potrai sapere cosa evitare per non essere escluso dalla selezione.

 

  • Arrivare in ritardo
    Se ti presenti in ritardo al primo colloquio con un’azienda, apparirai come una persona disorganizzata, e non farai certo una buona impressione.
  • Gomme da masticare
    Ricordati di non masticare mai nulla mentre parli durante il colloquio.
  • Utilizzare il cellulare
    Non utilizzare il cellulare durante il colloquio: i selezionatori lo noteranno e apparirai come una persona poco concentrata.
  • Essere impreparato sull’azienda
    Prima di presentarti al colloquio, informati sull’azienda in modo da poter collegare le tue ambizioni ai valori aziendali.
  • Non saper rispondere alle domande dei selezionatori
    Di solito, durante i colloqui, i recruiter fanno spesso le stesse domande, come “parlami di te”, “mi indichi le sue esperienze”. Preparati già tutte le possibili risposte, così eviterai di non dire nulla perché sotto pressione.
  • Parlare male del precedente lavoro
    Durante il colloquio ti capiterà di parlare delle tue precedenti esperienze lavorative, oppure rispondere a domande come “perché vuole cambiare lavoro?”. In queste situazioni, ricordati di non fornire ai recruiter recensioni negative sulle tue precedenti esperienze professionali, altrimenti penseranno che potrai parlar male anche di questa ed escluderti dalla selezione.

Ricordati che fare una bella impressione agli occhi dei recruiter potrà aumentare le tue chance di essere selezionato!

 

Questi sono alcuni dei nostri consigli per prepararti al meglio per un colloquio di lavoro in presenza. in caso di colloquio online, ti consigliamo di leggere l’articolo “Come fare un video colloquio di lavoro e gestirlo senza intoppi”.

Ti ricordiamo che su www.nettowork.it potrai informarti sulle aziende direttamente sul loro profilo aziendale e caricare un video CV per i recruiter in cui racconti chi sei e quali sono le tue aspirazioni.

Cosa aspetti? Preparati al meglio per il tuo prossimo colloquio con NETtoWORK!

Candidato ideale: dove e come trovarlo?

Candidato ideale: dove e come trovarlo?

La ricerca del candidato ideale è una fase di importanza cruciale nell’ottica di integrare nel personale di un’azienda, una persona che sia in linea con i requisiti tecnici richiesti e allo stesso tempo adatta, dal punto di vista sociale e psicologico, alla posizione da ricoprire.

 

Per questo, in un mercato in cui è sempre più ricorrente trovarsi a dover selezionare l’uno ex multis, è fondamentale avere chiare quali siano le strategie più efficienti per raggiungere un obiettivo così complesso.

 

Vediamo ora da dove iniziare la ricerca del candidato ideale, come determinarne le caratteristiche giuste per la tua azienda e come valutarne le competenze durante un colloquio.

 

Da dove iniziare nella ricerca del candidato ideale?

La ricerca di un candidato è uno step esoso dal punto di vista dell’utilizzo del tempo e di risorse. Questo rende necessario affrontare le diverse fasi della ricerca in modo ottimizzato e con una strategia ben definita:

 

  1. Nella fase di attrazione, l’azienda ha il compito di attirare possibili candidati attraverso piattaforme di social media recruiting, dove addetti alle risorse umane e head-hunters promuovono la posizione dandone una visione positiva ai potenziali candidati.
  2. Durante la fase di screening, è necessario valutare i profili dei candidati per la posizione aperta. La valutazione dei profili avviene attraverso l’analisi dei CV, tramite colloqui individuali o sottoponendo i candidati a prove pratiche e questionari.
  3. Nella fase finale del processo di reclutamento, occorre scegliere il migliore tra i candidati selezionati e, una volta accettata l’offerta di lavoro, il candidato diventa ufficialmente dipendente dell’azienda.

In questo contesto, i software di digital recruiting rappresentano uno strumento fondamentale per aumentare le possibilità di identificare il candidato che soddisfi al meglio i requisiti dell’azienda.

 

L’insieme di queste strategie permette di delineare in modo puntuale le capacità tecniche di un potenziale candidato e allo stesso tempo le sue competenze trasversali.

 

Candidato ideale: le caratteristiche giuste per la tua azienda

Al fine di identificare il candidato perfetto è importante definire in modo preciso i requisiti necessari a ricoprire una determinata posizione. Per poter evitare potenziali falsi positivi è fondamentale quindi dedicare molta attenzione nel descrivere la posizione con chiarezza e ricchezza di dettagli.

 

Un approccio permissivo in questa fase può potenzialmente aumentare il numero di candidature inadatte, mentre un approccio eccessivamente restrittivo rischia di scoraggiare i candidati e diminuire le possibilità di identificare un profilo adatto. Per questo, un approccio ibrido, in cui vengono descritti un set di requisiti minimi e un set di requisiti apprezzati, permette un compromesso ideale nella descrizione di una posizione.

 

Inoltre, per capire al meglio quali possano essere gli elementi essenziali di una determinata posizione, è consigliabile che i recruiter analizzino direttamente il tipo di lavoro, osservando direttamente il team in cui il potenziale candidato andrà a inserirsi, informandosi sulle mansioni che dovranno essere svolte e le eventuali criticità a esse collegate.

 

Infine, i fallimenti sono esempi preziosi con i quali affinare questo processo; dall’analisi di un rapporto fallimentare con una risorsa è possibile eseguire un fine-tuning delle job description volto a massimizzare le probabilità di identificare il candidato ideale.

 

Come valutare le competenze del candidato a un colloquio

Il colloquio individuale con il candidato rappresenta una fase chiave nel ciclo di assegnazione di una posizione; infatti, in questa fase, uno o più addetti alla valutazione dei profili hanno il compito di incontrare un potenziale candidato di persona. In tale occasione è possibile delineare le caratteristiche del candidato dai punti di vista tecnico e psicologico. Pertanto, è necessario in prima battuta selezionare delle figure in grado di giudicare al meglio un profilo sotto entrambi i punti di vista e avere ben chiari i fondamentali su cui valutare il soggetto.

 

Oltre ai requisiti tecnici per il quale il candidato si candida, alcuni elementi chiave di valutazione sono:

 

  • La capacità di adattamento e di problem solving;
  • L’attinenza delle domande poste;
  • La curiosità nei confronti della mission dell’azienda;
  • Le esperienze pregresse di lavoro individuale e in team;
  • L’abilità nella gestione di tempo e risorse.

Infine, è necessario empatizzare con il soggetto per delineare caratteri psicologici, come la resilienza e la volontà di apprendimento.

 

Quindi, per non tralasciare nessuno dei punti sopracitati, è necessario preparare il colloquio con zelo e organizzazione.

 

Ricordati che su www.nettowork.it avrai la possibilità di visionare i profili dei candidati visualizzando tutte le informazioni personali lasciate da quest’ultimi. Se i candidati risulteranno in linea con le ricerche della tua azienda, ti consigliamo di utilizzare una delle leve principali della piattaforma, ovvero la possibilità di inviare un MESSAGGIO DI CHAT (massivo o individuale) per proporre un colloquio conoscitivo a tutti coloro che hanno le caratteristiche ricercate per la posizione.

 

Cosa aspetti? Inizia la tua ricerca su NETtoWORK!