Come affrontare un colloquio di lavoro di gruppo

Come affrontare un colloquio di lavoro di gruppo

Ti hanno appena contattato da un’azienda per un colloquio di gruppo, ma non ne hai mai svolto uno?

 

In questo articolo, vedremo insieme come affrontare al meglio un colloquio di lavoro di gruppo, su cosa focalizzarsi e come prepararsi.

 

Il colloquio di lavoro è sicuramente il momento più importante del processo di selezione.

 

Assicurati di fare una buona impressione ai selezionatori preparandoti preventivamente. Ti consigliamo di dare uno sguardo al nostro articolo “Come presentarsi a un colloquio di lavoroper preparati al meglio per il tuo prossimo colloquio.

 

Il processo di selezione del personale spesso può includere una fase preliminare o sostitutiva al colloquio individuale. Si tratta del colloquio di gruppo ed è un fenomeno tipico delle medie-grandi imprese.

 

Attraverso il colloquio di gruppo, le aziende possono valutare in modo rapido e immediato le capacità e le attitudini dei candidati, come lavorano a contatto con i colleghi e le loro capacità di ragionamento attraverso i case study.

 

Questa tipologia di colloquio viene spesso utilizzata per permettere ai selezionatori di risparmiare tempo rispetto ai colloqui individuali e riuscire a valutare più candidati contemporaneamente.

 

Colloquio di lavoro di gruppo: cos’è e come affrontarlo

I colloqui di lavoro di gruppo sono spesso utilizzati nei processi di selezione di figure junior, profili ancora con poca esperienza oppure alla ricerca del primo impiego.

 

Una delle principali caratteristiche dei colloqui di gruppo è l’imprevedibilità: per questa tipologia di colloquio non è sufficiente essere preparati sull’azienda e sulla posizione in questione, in quanto ci sono altri candidati che partecipano e che non conosci.

 

Durante il colloquio, ti verrà richiesto di presentarti, fare una sintesi del tuo percorso lavorativo, raccontare le tue ambizioni e le tue aspirazioni.

 

Dopo una prima fase di presentazione aziendale e dei candidati, si prosegue con l’assegnazione di temi da analizzare e discutere in gruppo, in modo che i selezionatori abbiano un’idea più chiara sui candidati.

Come funzionano gli assessment di gruppo?

Generalmente i candidati (dai 10 ai 15) vengono fatti accomodare in una stanza dai recruiter (di solito 3) ed invitati a sedersi a un tavolo.

 

I selezionatori inizieranno presentando l’azienda, le posizioni aperte in questione e le specifiche mansioni che i candidati potranno svolgere.

 

Durante questa prima fase ti consigliamo di mostrarti attento ed interessato e prendere appunti per poter fare delle domande specifiche sulla posizione quando sarà il momento opportuno.

 

Successivamente, i recruiter lasceranno la parola ai candidati e li valuteranno in un contesto di gruppo.

 

In questa situazione, ti consigliamo di non essere timido ed esporre liberamente i tuoi pensieri in maniera chiara ed efficace. In questo modo i selezionatori avranno una buona impressione di te e apparirai ai loro occhi come una persona che non si fa intimidire dalle circostanze.

 

Una volta conclusa la presentazione di tutti i candidati, i selezionatori potranno proporre dei case study da analizzare e discutere come team di lavoro. I temi più ricorrenti di solito riguardano l’azienda o la posizione a cui ti sei candidato.

 

Non sottovalutare questa parte del colloquio, perché da come ti comporterai i selezionatori potranno inquadrare il tuo metodo di lavoro, il tuo modo di relazionarti con gli altri candidati e le tue capacità di leadership. Assicurati in questa fase di impressionare i selezionatori e mostrarti ai loro occhi come la figura perfetta per quella determinata posizione.

 

Come prepararsi alle prove di selezione specifiche

Per tutta la durata del colloquio i selezionatori ascolteranno, osserveranno ed analizzeranno i comportamenti dei partecipanti.

 

In particolare, verranno prese in considerazione le tipologie di relazioni che si instaurano, la capacità di problem solving, la capacità di ascolto e cooperazione, ma soprattutto il rispetto delle tempistiche.

 

Di seguito troverai alcuni dei nostri consigli su come prepararti ed affrontare le prove di selezione specifiche:

 

  1. Socializza. Anche se il colloquio non è ancora iniziato ti consigliamo di iniziare a socializzare con gli altri candidati per creare da subito un feeling che ti potrà essere utile durante le prove specifiche.
  2. Sii Flessibile. Ricorda che durante una prova specifica l’obiettivo è che vinca la squadra, non il singolo.
  3. Usa toni e modi adeguati. Rispetta sempre gli altri e le loro opinioni senza risultare aggressivo o polemico.
  4. Non isolarti. Lo scopo della prova è valutare le tue capacità di collaborazione ed interazione con altre persone.
  5. Sii chiaro. Esponi in modo chiaro e convincente le tue idee agli altri partecipanti. I selezionatori noteranno le tue capacità espositive.

In generale, possiamo consigliarti di essere sempre te stesso. Non cercare di impressionare i recruiter mostrando capacità che non ti appartengono. Ogni elemento di un team di lavoro è fondamentale e ha un ruolo differente dagli altri.

 

Cerca di capire quale ruolo ti è più naturale, in questo modo riuscirai ad essere molto più sciolto ed a tuo agio durante il colloquio.

 

Ti ricordiamo che su NETtoWORK avrai la possibilità di scoprire qual è la tua personalità nel mondo del lavoro attraverso lo svolgimento del test JTI.

 

Il test JTI è un test psico-attitudinale che in circa 70 domande ha lo scopo di identificare il tuo ruolo attitudinale all’interno di un’azienda.

 

Cosa aspetti? Registrati su www.nettowork.it

Talent Attraction: come funziona e perché conviene

Talent Attraction: come funziona e perché conviene

La Talent Attraction, di cui si occupa il settore HR, rappresenta una delle azioni chiave all’interno di un’azienda.

 

Saper attrarre nuovi talenti e suscitare interesse alla propria realtà lavorativa è fondamentale per entrare in contatto con risorse di valore che potrebbero fare la differenza all’interno del team. Per questo motivo è importante elaborare strategie che permettano di raggiungere tale obiettivo.

 

In cosa consiste la Talent Attraction?

La Talent Attraction rappresenta quindi l’abilità di riuscire a incuriosire e avvicinare persone potenzialmente interessanti per la propria realtà. Ovviamente questo può avvenire sia nel momento in cui si è alla ricerca attiva di personale da inserire in azienda, sia quando non si ha una selezione urgente, ma si desidera fare stock di candidature interessanti da ricontattare in un secondo tempo.

 

Costituendo la Talent Attraction si evidenziano strumenti come l’Employer Branding, la cultura aziendale e il recruiting marketing fondamentali per esaltare i punti di forza, le qualità dell’impresa e per attirare nuovi candidati. Queste sono leve mutevoli che devono adattarsi e seguire i cambiamenti della società, come le tendenze del mondo lavorativo e della concorrenza e le differenze generazionali, che si devono plasmare in base ai destinatari.

 

Ad esempio, se si desidera incentivare i propri dipendenti tramite i benefit aziendali, è importante fare una distinzione tra ciò che potrebbe essere più o meno stimolante per il team. Il personale più giovane, che ha appena terminato gli studi, potrebbe essere maggiormente interessato a sentir parlare di smart working e di sostenibilità, mentre per i profili senior, che hanno più di 40 anni, possono rappresentare leve utili non solo benefit come l’auto aziendale, ma anche i buoni pasto. Questo è un semplice caso che può dare un’idea di come progettare le strategie aziendali, tenendo conto delle esigenze dei propri dipendenti.


Differenza tra Talent Attraction e Talent Acquisition

Un processo strettamente collegato alla Talent Attraction è la Talent Acquisition (per saperne di più, leggi il nostro articolo dedicato) .

 

Entrambe rappresentano fasi di selezione del personale e mettono al centro delle attività il talento. Nel primo caso ci si focalizza sull’attrarre nuovi talenti, nel secondo si punta a una ricerca costante di candidati finalizzata ad ampliare la propria rete con risorse interessanti, anche se non si dovrà assumere nuovo personale in breve tempo.

 

Le aziende che rimangono sempre attive, e alla ricerca di nuovi candidati, comunicano una strategia di crescita aziendale molto forte e di essere sempre disposte ad ampliare la propria realtà. I canali utilizzati per la Talent Acquisition sono diversi, possiamo trovare: i social media, l’intelligenza artificiale e l’email marketing.

 

Invece, per la Talent Attraction lo strumento principale che viene utilizzato è la comunicazione sui social media.

Quando si decide di attrarre nuovi candidati, è molto importante il primo impatto che il candidato ha sull’azienda, per questo motivo diventa cruciale rendere il proprio brand il più accattivante possibile, ed è in questo momento che entrano in gioco i social. Avere un sito sempre aggiornato e delle recensioni da parte dei dipendenti, dei clienti e dei collaboratori può aumentare la visibilità della propria azienda. La comunicazione sui social, sempre più presente e centrale, è sicuramente un ottimo metodo per incuriosire nuovi talenti, per questo motivo è importante valorizzare l’employee Advocacy (ovvero la strategia che vede i dipendenti come portavoce dell’immagine dell’azienda).


Talent Attraction: vantaggi e opportunità per il recruiting

Durante la Talent Attraction risulta di fondamentale importanza fare social recruiting per creare connessione con i candidati, questo può avvenire condividendo i loro commenti e contenuti. Per dare maggiore spazio e visibilità alla propria azienda, è molto importante non solo condividere, ma anche creare contenuti e post di valore che possono essere interessanti e utili per farsi conoscere.

 

Ricordati che su www.nettowork.it hai la possibilità di far risaltare la tua azienda agli occhi dei candidati valorizzando il tuo profilo aziendale inserendo informazioni utili come: la descrizione dell’azienda, i benefit materiali e immateriali, la cultura d’impresa, la politica di valorizzazione e crescita del personale.

 

Cosa aspetti? Aumenta la tua Talent Attraction grazie a NETtoWORK.