Gestione delle risorse umane in azienda: come farla e vantaggi

Gestione delle risorse umane in azienda: come farla e vantaggi

La gestione delle risorse umane (HRM, dall’inglese Human Resource Management) è la disciplina che si occupa della gestione, del supporto e della formazione del personale di un’azienda. Comprende una varietà di attività, tra cui la ricerca del personale, l’assunzione di nuovi dipendenti e la gestione dei lavoratori. In questo articolo andremo a scoprire nel dettaglio cos’è, come va fatta e perché è così importante. Cosa si intende per gestione delle risorse umane? I dipendenti sono la risorsa più preziosa per qualsiasi azienda. Proprio per questo motivo l’organizzazione delle risorse umane è fondamentale: un efficace HRM può portare a un ambiente di lavoro più soddisfacente e a una maggiore efficienza complessiva. Con Human Resource Management si intende l’insieme delle fasi e attività della gestione del personale, che comprende:

  • il recruiting e la selezione;
  • l’assunzione e onboarding;
  • la valutazione delle performance;
  • lo sviluppo e la formazione quotidiana di nuovi dipendenti o di lavoratori già assunti;
  • l’engagement e retention;
  • l’outplacement.

A occuparsene è l’HR Specialist. Si tratta di una figura che ricopre un ruolo molto importante all’interno dell’azienda: si occupa di vari aspetti della gestione del personale, concentrandosi spesso su compiti specifici e specializzati nel più ampio campo delle risorse umane. Inoltre, fornisce supporto e consulenza per garantire che le pratiche di gestione del personale siano efficaci, equitative e in linea con gli obiettivi aziendali.

Obiettivo dell’HR Specialist è quello di contribuire a creare e mantenere un ambiente di lavoro positivo e produttivo, assicurando che l’organizzazione non solo attragga, ma anche sviluppi e mantenga i talenti necessari per il suo successo.

 

Come gestire le risorse umane in azienda

Gestire le risorse umane richiede un approccio olistico e strategico, che consideri i dipendenti come elementi centrali per il successo dell’azienda. In primo luogo, è fondamentale stabilire un processo di reclutamento e selezione efficace che attragga candidati di talento e assicuri che questi siano adatti alle esigenze e alla cultura aziendale. Una volta assunti, i dipendenti dovrebbero ricevere una formazione adeguata non solo per svolgere i loro compiti attuali, ma anche per sviluppare nuove competenze in vista di future sfide e opportunità di carriera.

La valutazione delle prestazioni gioca un ruolo altrettanto cruciale: fornisce feedback regolari e costruttivi che aiutano i dipendenti a comprendere le aspettative e le aree di miglioramento. Parallelamente, è essenziale sviluppare sistemi di remunerazione e benefit che non rispecchino solo gli standard del mercato, ma riflettano anche il valore e il contributo di ogni individuo all’organizzazione.

Altro aspetto chiave è la gestione delle relazioni con i dipendenti. Vi rientra la creazione di un ambiente di lavoro positivo, la promozione di una comunicazione aperta e onesta e la gestione efficace dei conflitti. Inoltre, l’HRM deve essere integrata con la pianificazione strategica dell’azienda; ciò significa comprendere e anticipare le esigenze future in termini di personale e competenze, e allineare le strategie HR con gli obiettivi aziendali a lungo termine.

Proprio una conoscenza approfondita e dettagliata degli obiettivi aziendali è un fattore decisivo per il successo delle strategie di gestione del personale. Tutto il processo, che va dalla selezione dei candidati alla fase di outplacement, deve avere come stella polare la mission e la vision dell’organizzazione.

 

Perché è importante la gestione del personale

La gestione delle risorse umane è fondamentale per un’azienda, poiché mira a creare un ambiente di lavoro positivo, funzionale e motivante per i suoi dipendenti. Se eseguita in modo efficace, può incrementare la competitività dell’impresa, supportandola nel conseguimento dei suoi obiettivi a breve e lungo termine.

L’importanza di una HRM virtuosa è tangibile in primo luogo con riferimento alla pianificazione strategica dell’azienda. Assicura cioè che l’organizzazione abbia il personale giusto e con le competenze appropriate per raggiungere i suoi obiettivi. Nasce così un circolo virtuoso, capace di attrarre e acquisire nuovi talenti.

Inoltre, la gestione del personale contribuisce significativamente allo sviluppo e crescita dei dipendenti: se fatta ad alto livello non solo migliora le loro competenze e produttività, ma aumenta anche soddisfazione e fidelizzazione verso l’azienda. In quest’ottica, basando le relazioni su un dialogo costruttivo, viene assicurato il work-life balance e la risoluzione di eventuali conflitti interni. Se i lavoratori sono sereni e focalizzati sul lavoro, tendono a essere più produttivi e meno inclini a valutare nuove posizioni in altre aziende.

Sei alla ricerca di una soluzione per semplificare la ricerca e la selezione del personale? NETtoWORK mette a disposizione una piattaforma HR-tech, dove le aziende possono cercare direttamente e senza alcun limite le risorse da inserire in organico, valutarle e contattarle in prima persona. Catalogazione dei dati, filtri intuitivi e possibilità di sottoporre test di valutazione sono le caratteristiche principali del software di NETtoWORK, che renderà più facile e molto più veloce la fase di ricerca e selezione delle nuove risorse da inserire in organico. Cosa aspetti?

Trova i candidati ideali in 3 click!
Scopri la promozione per la tua azienda!

CONTATTACI

Mobilità di risorse umane: come trasformarla in opportunità

Mobilità di risorse umane: come trasformarla in opportunità

In un mondo dove la capacità di cambiamento e la flessibilità sono fattori essenziali per il rinnovamento delle aziende, la mobilità delle risorse umane emerge come un elemento decisivo. Si tratta di un concetto fondamentale nel moderno panorama del mondo del lavoro. Coglierne il significato è molto importante, perché solo così sarà possibile declinarlo in un’opportunità tangibile per le organizzazioni stesse.

In questo articolo vedremo nel dettaglio cosa si intende per “mobilità di risorse umane”, fornendo anche strategie e approcci utili per sfruttare al meglio questa modalità di gestione dei talenti. Inoltre, ti presenteremo un modello innovativo da adottare per ottimizzarla.

Mobilità di risorse umane: di cosa si tratta?

La mobilità delle risorse umane si riferisce al passaggio dei dipendenti da un’azienda all’altra. Gli interessi in gioco sono sostanzialmente tre:

  • quelli dell’azienda con l’esigenza di rinunciare a una risorsa;
  • quelli dei dipendenti che cambiano lavoro;
  • quelli dell’azienda che re-impiega la risorsa.

Per l’azienda che cede il lavoratore, i vantaggi possono includere la possibilità di rinnovare la forza lavoro e di introdurre nuove competenze e prospettive. Se un dipendente non è più in linea con gli obiettivi o la cultura aziendale, la sua partenza può aprire la strada a nuove assunzioni che sono più allineate con la direzione attuale dell’azienda. Inoltre, può rappresentare un’opportunità per ridurre i costi, specialmente se l’azienda sta attraversando un periodo di riorganizzazione o ridimensionamento.

C’è poi un secondo attore: l’azienda che prende il lavoratore nel proprio organico. I vantaggi sono diversi, tra cui l’acquisizione di una rinnovata expertise in grado di arricchire la forza lavoro esistente. I neoassunti possono portare con sé idee diverse e innovative, oltre a competenze specializzate che possono stimolare la crescita e l’innovazione all’interno dell’organizzazione.

Infine, i dipendenti che vengono “spostati” da un’impresa all’altra hanno l’opportunità di crescita personale e professionale. Cambiare azienda può significare l’accesso a nuove sfide, l’apprendimento di nuove competenze, l’esposizione a diverse culture aziendali e, potenzialmente, migliori condizioni di lavoro o vantaggi economici. In alcuni casi, potrebbe significare uno step decisivo per la propria carriera, un’occasione per esplorare nuovi settori o l’approdo in ambiente di lavoro più adatto alle proprie esigenze e aspirazioni.

 

Come trasformare la mobilità di risorse in opportunità

Trasformare la mobilità esterna delle risorse umane in un’opportunità richiede un approccio che consideri sia le esigenze aziendali sia le aspirazioni dei dipendenti. Per le aziende, questo significa creare un ambiente di lavoro che non solo accolga nuove competenze e prospettive, ma che sia anche attivamente impegnato nel valorizzare e integrare le esperienze e le abilità portate dai nuovi arrivati.

Allo stesso tempo, è fondamentale mantenere una cultura aziendale che promuova l’apprendimento e l’innovazione, permettendo ai dipendenti di esplorare nuove aree e di crescere all’interno dell’organizzazione.

Per quanto riguarda i lavoratori, la mobilità esterna rappresenta un’occasione per ampliare le proprie competenze, esplorare nuovi settori e avanzare nella carriera. Essere aperti al cambiamento e proattivi nel cercare opportunità di sviluppo personale e professionale può portare a esperienze lavorative più ricche e soddisfacenti.

In sintesi, la chiave per rendere la mobilità esterna un processo virtuoso risiede da un lato nella capacità di un’organizzazione di adattarsi e di sfruttare le nuove competenze e prospettive, dall’altro nella volontà dei dipendenti di abbracciare il cambiamento e di sfruttare al meglio le nuove esperienze. Questo processo non solo arricchisce l’ambiente lavorativo, ma contribuisce anche alla crescita e all’innovazione per entrambe le parti.

Trova i candidati ideali in 3 click!
Scopri la promozione per la tua azienda!

CONTATTACI

 

Ottimizza il tuo organico aziendale con NETtoWORK

NETtoWORK, che ha come obiettivo principale quello di facilitare la ricerca di un impiego ideale, con Mobility Pays ha creato un collegamento tra le esigenze delle aziende che cedono e quelle che cercano risorse, proteggendo i diritti dei dipendenti e assicurando benefici per chi assume.

Si tratta di un’innovativa modalità di networking tra aziende, finalizzata a sincronizzare le necessità organizzative delle imprese in ambito di gestione e valorizzazione dei dipendenti. Questo servizio supporta le aziende in ogni fase del trasferimento di una risorsa, gestendo sia gli aspetti burocratici sia facilitando gli incontri tra le aziende, agendo come mediatore completo.

Mobility Pays si rivela utile in due contesti distinti: da una parte, assiste le aziende nella ricerca di nuovi dipendenti offrendo un incentivo economico per ogni assunzione effettuata; dall’altra, fornisce una piattaforma per presentare alternative professionali ai dipendenti che non si adattano più al piano aziendale in atto.

Il processo è semplice e intuitivo: con un solo click, è possibile determinare la compatibilità tra il profilo di un candidato e l’interesse di un’azienda potenzialmente interessata.

Per le aziende che desiderano cedere risorse, viene offerta la possibilità di caricare i profili professionali sul mercato, garantendo anonimato e rispetto della privacy. Queste aziende hanno l’opzione di prendere un ruolo attivo nella ricerca di un nuovo datore di lavoro per i loro dipendenti o di attendere proposte da altre aziende che utilizzano la piattaforma.

Insomma, una soluzione win-win per tutti. Cosa aspetti? Entra anche tu in NETtoWORK!