Colloqui di lavoro

COSA FARE DOPO IL COLLOQUIO DI LAVORO: IDEE PER INGANNARE L’ATTESA

Hai appena fatto il colloquio e ora non sai bene come comportarti: aspettare qualche giorno per poi passare all’azione? Ma quanti giorni attendere e quale azione intraprendere?

In questo articolo ti spieghiamo in modo semplice quale atteggiamento assumere per rendere l’attesa di un riscontro da parte dei recruiter il più possibile produttiva, al fine di impiegare al meglio il tuo tempo, la risorsa più preziosa a tua disposizione!

Entra in NETtoWORK e inizia a ricevere offerte di lavoro!

VAI ALLA PIATTAFORMA

Esprimere gratitudine con una mail di ringraziamento

Non è mai sbagliato mostrare cortesia e cordialità, sia nella vita quotidiana che nel processo di candidatura.

La prima ragione per la quale dovresti inviare una lettera di ringraziamento al selezionatore è il fatto che questa è un modo per mostrare le tue buone maniere e la tua professionalità.

Il secondo motivo è il fatto che ringraziare il recruiter dopo il colloquio è funzionale al tuo scopo: rappresenta infatti, una buona opportunità per te per ricordare al selezionatore il tuo valore.

 

La lettera di ringraziamento post colloquio ti permette di valorizzare un’ulteriore volta le tue capacità e conoscenze. In questa, puoi fare riferimento a particolari argomenti menzionati durante il colloquio e ribadire come le tue competenze e le tue skills siano un buon match per la posizione offerta.

Inoltre, la lettera ti consente di aggiungere dettagli che hai dimenticato di raccontare al selezionatore durante il colloquio e di allegare progetti e documenti di cui avete discusso e che mettono in luce la tua preparazione.

 

Quindi, un breve e cordiale messaggio di ringraziamento dopo il colloquio ti offre tre vantaggi:

 

  1. Lasciare un’impressione positiva
  2. Fare in modo che ci si ricordi di te
  3. Dare un segno del tuo interesse

 

Come regola generale, un paio di giorni dopo il colloquio sono un lasso di tempo appropriato per scrivere una lettera di ringraziamento. Se il messaggio raggiunge la persona con cui hai fatto il colloquio entro questo periodo, farai una buona impressione: dimostrerai in modo autentico la tua gratitudine per l’opportunità che ti è stata offerta durante il colloquio, nonché il tuo interesse sincero verso l’azienda e la posizione per cui ti sei candidato/a.

La tua lettera di ringraziamento in seguito al colloquio deve sembrare onesta e misurata. Un atteggiamento invadente potrebbe persino danneggiare la buona impressione che si desidera sottolineare con la lettera. Pertanto, ti consigliamo di astenerti dal formulare richieste nel messaggio. Non chiedere alla persona di sceglierti e non sollecitatela a velocizzare i tempi della decisione.

 

Inoltre, cerca di fare in modo che la tua e-mail non suoni come un tentativo di conquistarsi la simpatia della persona che stai contattando: potrebbe avere l’effetto di stordirla o infastidirla. Ne seguirebbe un atteggiamento di rifiuto, non solo verso il messaggio, ma anche nei confronti della tua candidatura.

In ogni caso si consiglia di essere brevi. Lo scopo non deve essere quello di fornire un lavoro supplementare a chi la leggerà: ricorda che chi effettua i processi di selezione è molto impegnato/a durante il processo di recruiting. Perciò, inviare una lunga mail traboccante di domande o informazioni è controproducente. Con poche frasi cordiali, invece, susciterai un’impressione positiva.

 

Per inviare la lettera al destinatario appropriato, innanzitutto accertati di essere in possesso dei dati di contatto della persona di riferimento, anziché inviare una mail all’indirizzo generale del dipartimento del personale. Perciò, durante il colloquio, ricordati di chiedere il biglietto da visita, in modo da avere l’indirizzo corretto del recruiter con cui hai parlato.

Inoltre, non dimenticare che questa lettera è comunque parte della tua candidatura: pertanto il messaggio deve essere assolutamente privo di errori. Poiché un’e-mail di ringraziamento consta di poche frasi, qualsiasi svista ortografica, grammaticale o errore di formulazione finisce per essere molto grave.

Entra in NETtoWORK e inizia a ricevere offerte di lavoro!

VAI ALLA PIATTAFORMA

Chiedere riscontro

Anche se è giusto che un candidato voglia ricevere aggiornamenti riguardo alla propria candidatura per una posizione, è importante farlo al momento e nel modo più opportuno.

Se, al termine del colloquio, hai domandato al selezionatore quali sarebbero stati i tempi della selezione o quando si sarebbe messo in contatto con te, aspetta che arrivi quella data.

Nel caso in cui, una volta trascorso questo tempo, il recruiter non si sia ancora messo in contatto con te, aspetta un paio di giorni dalla data comunicata prima di inviare la tua mail di richiesta aggiornamenti.

In caso contrario, se non hai idea di quando il selezionatore potrebbe contattarti, puoi inviare la tua mail una settimana dopo il colloquio di lavoro. Un tempo accettabile è infatti tra la prima e la seconda settimana dopo l’intervista.

Se la tua paura nel metterti in contatto con il recruiter o l’azienda è quella di risultare un candidato assillante, non preoccuparti. Rispettando i modi e i tempi giusti darai all’azienda un messaggio positivo su di te.

Inviare una mail per conoscere lo stato della selezione o l’esito del colloquio comunica che sei molto interessato alla posizione offerta, che sei attento e determinato. Perciò non esitare!

È importante seguire alcune regole e avere il tono giusto nella mail che invierai al selezionatore, in modo che questo lo/la invogli a rispondere più facilmente.

Devi formulare il tuo messaggio per far capire che sei entusiasta della possibilità di avere quel ruolo e che stai aspettando di conoscere l’esito della selezione.

Segui queste linee guida per strutturare una mail efficace e persuasiva:

1. Scegli un oggetto della mail preciso e diretto

L’oggetto delle mail è fondamentale, condizionerà il fatto che il recruiter leggerà o meno la tua mail. Il selezionatore dev’essere facilmente in grado di associare la tua mail alla tua candidatura e capire le tue intenzioni ancora prima di aver letto il tuo messaggio.

2. Sii breve

Nel corpo della tua mail scrivi il tuo messaggio in modo breve e conciso. Il selezionatore non ha voglia né tempo di leggere una lunga mail piena di dettagli inutili! Devi fare in modo che legga il tuo messaggio rapidamente. Per questo, vai dritto al punto senza dilungarti!

3. Reitera il tuo interesse per la posizione

Supporta la tua richiesta di aggiornamenti riguardo alla selezione spiegando che quella posizione corrisponde a ciò che stai cercando. Spiega brevemente perché pensi che sia quella giusta per te e quale contributo puoi portare all’azienda.

4. Formula la tua richiesta in modo specifico

Nel formulare la tua domanda, sii specifico, poni una domanda precisa su ciò che vuoi sapere, ad esempio se sei ancora nella lista dei potenziali candidati, oppure puoi chiedere quando riceverai un feedback o in che modo proseguirà la selezione.

5. Mostrati disponibile

Nel messaggio che invii al selezionatore, ricordati di mostrarti disponibile e aperto a un ulteriore incontro oppure a una chiamata, per chiarire eventuali dubbi sulla tua candidatura. Comunica al recruiter la tua disponibilità.

6. Sii cortese

Con il tuo messaggio devi trasmettere professionalità e serietà. Per questo motivo, è importante che tu mantenga un tono educato. Rivolgiti al selezionatore, utilizzando il suo nome e ricordati di ringraziare sempre per il suo tempo e la sua attenzione.

7. Assicurati di non commettere errori

Prima di inviare la tua mail assicurati di non aver commesso errori di battitura o errori grammaticali. Ricorda infatti che ogni azione che compi viene valutata per capire se potresti essere il candidato ideale da assumere. Perciò, presta attenzione a non commettere anche gli errori più banali.

Entra in NETtoWORK e inizia a ricevere offerte di lavoro!

VAI ALLA PIATTAFORMA

Continuare a cercare lavoro

Prosegui nella ricerca di lavoro, anche se sei sicuro/a di ricevere una concreta offerta!
Devi continuare a programmare colloqui e a cercare altre opportunità occupazionali, perché non puoi avere la certezza di essere assunto/a finché non ti viene notificata una proposta di assunzione!

 

Coltivare le relazioni, restando in contatto

Un buon modo per avere un’altra possibilità è seguire l’azienda nel web, fare networking con i suoi dipendenti, chiedere informazioni e aggiornarsi continuamente per eventuali posizioni vacanti. In questo modo, si possono generare nuovi contatti e nuove relazioni. Questa attività può portarla avanti grazie a NETtoWORK, il luogo virtuale dove si incontrano domanda e offerta di lavoro, con tante aziende alla ricerca di una figura professionale come la tua!

Inganna l’attesa dopo il colloquio di lavoro su NETtoWORK

Una volta inviata la tua candidatura all’azienda di tuo interesse sulla piattaforma NETtoWORK, continua a essere (pro)attivo/a, seguendo i nostri consigli:

  • scrivi una mail di ringraziamento
  • chiedi riscontro
  • continua a cercare lavoro su NETtoWORK
  • mantieni i rapporti con le aziende

Entra in NETtoWORK e inizia a ricevere offerte di lavoro!

VAI ALLA PIATTAFORMA

Correlati

Cosa non scrivere nel curriculum: gli errori da evitare assolutamente

Ricordatelo sempre: il curriculum è il tuo biglietto da visita quando ti candidi per una posizione lavorativa. Prima di chiamarti per un colloquio, i selezionatori visioneranno il tuo CV per capire se sei un candidato potenzialmente adeguato alla loro ricerca. Per essere contattato, dovrai inserire alcune informazioni: il tuo percorso di studi, le esperienze lavorative […]

Approfondisci

Talent acquisition: come funziona e perché è così importante

Per ogni azienda che voglia davvero crescere ed essere competitiva nel proprio settore, riuscire ad attrarre i migliori talenti è un aspetto prioritario. È importante sapere che le figure professionali non vanno cercate nel momento in cui si rende necessario ricoprire un nuovo ruolo, ma ben prima, investendo a monte nella ricerca dei migliori talenti. […]

Approfondisci