CANDIDATI

Cosa non dire al colloquio di lavoro: tutte le frasi da evitare

Sei stato contatto dai recruiter di un’azienda per un colloquio di lavoro? Ottimo! Significa che il tuo curriculum è risultato interessante e l’azienda vuole approfondire la tua conoscenza per capire se sei la persona perfetta per la posizione a cui ti sei candidato.
In questo lasso di tempo, ti consigliamo di prepararti al meglio su come gestire il colloquio e dimostrare ai selezionatori che sei il candidato ideale per quella posizione.

Ecco alcuni aspetti su cui ti consigliamo di soffermarti prima di un colloquio: abbigliamento, gestualità, risposte alle domande su te stesso, cosa dire o chiedere, ma soprattutto cosa non dire.

In questo articolo, ci soffermeremo soprattutto sulle risposte alle domande personali e sulle cose da evitare di dire ad un colloquio, che sia online o in presenza.

Colloquio di lavoro: come rispondere alla domanda “Parlami di te”?

“Parlami di te” è sicuramente una domanda che ti verrà fatta dai selezionatori durante il colloquio di lavoro.
Anche se può apparire come una domanda banale, in realtà si tratta di un ottimo modo per i selezionatori per valutarti.

Preparati quindi a rispondere a questa domanda, i recruiter valuteranno il tuo ragionamento a partire da una richiesta vaga come “Parlami di te”.
Fatti trovare preparato, il rischio di essere presi alla sprovvista potrebbe portarti durante il colloquio a parlare di informazioni irrilevanti.
Articola il tuo discorso sulla base di informazioni importanti che vuoi riferire all’azienda, senza dimenticarti di citare e collegare le tue esperienze con la mission e la vision dell’azienda.

5 frasi che non dovresti mai dire al colloquio di lavoro

Abbiamo selezionato per te 5 frasi che ti sconsigliamo di dire a un colloquio di lavoro.

Entra in NETtoWORK e inizia a ricevere offerte di lavoro!

VAI ALLA PIATTAFORMA

1. Non ho domande

Sii curioso sull’azienda che ti contatta per un colloquio di lavoro e soprattutto informati sulla posizione lavorativa. Di solito, dopo una spiegazione della posizione lavorativa oppure alla fine del colloquio, i selezionatori ti chiederanno: “Ha qualche domanda da porci?”.
Preparati preventivamente delle domande che ti possono essere utili per valutare al meglio la possibile proposta dell’azienda.

2. Ho poca esperienza

Anche se il tuo curriculum non riporta molte esperienze lavorative, sfrutta al meglio le esperienze e passioni per convincere i selezionatori che sei la persona adatta a quella posizione.

3. Quindi, la retribuzione?

Durante il primo colloquio conoscitivo ti consigliamo di non chiedere informazioni sulla retribuzione economica, aspetta di aver ricevuto l’esito del colloquio!

4. Quanti giorni di ferie ho?

Ti consigliamo di non chiedere direttamente quanti saranno i tuoi giorni di ferie ad un primo colloquio. Piccolo consiglio: una volta chiesta la tipologia di contratto nazionale del lavoro potrai informati in autonomia sul numero di giorni di ferie previsti dalla legge.

5. Critiche alla precedente posizione lavorativa

Non criticare la tua precedente esperienza lavorativa, ma fai tesoro delle capacità acquisite che potrebbero esserti utili in un nuovo posto di lavoro.

 

Video colloquio online: errori frequenti da evitare

Durante la pandemia si sono moltiplicate le aziende che effettuano soprattutto il primo colloquio conoscitivo online. Spesso però capita che questa modalità da remoto venga presa alla leggera e, di conseguenza, sottovalutata. Di seguito troverai alcuni consigli su quali errori frequenti evitare durante un colloquio online.

Anche se svolto da remoto, il colloquio online è un’opportunità per farti conoscere dalle aziende e convincere i selezionatori a farti una proposta lavorativa.
Innanzitutto, ti consigliamo un abbigliamento consono all’occasione. Non presentarti con abbigliamento sportivo, ma scegli dei vestiti che avresti indossato anche con il colloquio in presenza.

Assicurati inoltre di avere una connessione wi-fi stabile, nel caso in cui non lo fosse ti consigliamo di utilizzare l’hotspot del tuo smartphone!
Infine, scegli un ambiente luminoso ed isolato. I selezionatori avranno una visuale chiara di te e non ci saranno troppi rumori di sottofondo che potrebbero interrompere il colloquio.

Questi sono alcuni dei nostri consigli su come prepararti al meglio per un colloquio di lavoro con un’azienda, in particolare abbiamo analizzato su quali aspetti soffermarti e sugli argomenti da non citare.
Ora non ti resta che prepararti al meglio seguendo i nostri consigli e affrontare il tuo colloquio!

Ti ricordiamo che su www.nettowork.it avrai la possibilità di visionare i profili delle aziende che ti interessano e reperire delle informazioni importanti prima del colloquio. In questo modo non sarai impreparato e potrai fare bella figura davanti ai selezionatori!
E se una volta svolto il colloquio non sai cosa fare, ti consigliamo di dare un’occhiata all’articolo “Cosa fare dopo il colloquio di lavoro: idee per ingannare l’attesa”. Buona lettura!

Correlati

Riorganizzazione aziendale: come funziona, quando farla e vantaggi

La riorganizzazione aziendale (in inglese change management) è quella particolare fase della gestione del cambiamento all’interno dell’azienda. Questo processo può essere percepito o come un ostacolo o come un’opportunità stimolante per la crescita: secondo l’Osservatorio di Assochange la maggior parte delle aziende considera il cambiamento una priorità, riconoscendone in alcuni casi l’importanza e l’inevitabilità. Ma […]

Approfondisci

Onboarding aziendale: cos’è e best practice per gestirlo

L’onboarding aziendale è un processo fondamentale per l’integrazione efficace dei nuovi dipendenti. Non si tratta solo di un semplice orientamento, ma di un percorso strutturato che mira a far sentire i neoassunti parte integrante del team, accelerando il loro tempo di apprendimento e aumentando la loro produttività. In questo articolo, vedremo insieme cos’è l’onboarding aziendale […]

Approfondisci