Curriculum

SOFT SKILLS: UNO SGUARDO SULLE COMPETENZE TRASVERSALI

Cosa sono le soft skills

Molto spesso, negli annunci di lavoro troviamo tra i requisiti richiesti dalle aziende, oltre ai titoli di studio, all’esperienza pregressa e alle abilità tecniche, anche competenze come: attitudine al lavoro in team, flessibilità, capacità di lavorare sotto stress, gestione del tempo, competenze comunicative, etica sul lavoro ecc.
Si tratta delle soft skills cioè quelle particolari abilità e competenze trasversali di un soggetto propedeutiche all’interazione efficace con gli altri, sia sul posto di lavoro che nella vita privata. Queste capacità sono molto utili per potenziare la produttività sul lavoro e qualificare le persone per il modo di porsi nei confronti del mondo e delle altre persone.
Quest’ultima affermazione è stata dimostrata dallo Standford Research Institute International, il quale afferma che il 75% del successo di un lavoro a lungo termine dipende dalla padronanza delle soft skills e solo il 25% da competenze tecniche. 

A differenza delle hard skills, ovvero le competenze specifiche e trasmissibili che possono essere definite e misurate, le soft skills sono abilità più difficili da acquisire e consentono di capire gli altri e comprendere emozioni e sentimenti. 

Quali sono le soft skills

Le soft skills si possono distinguere in due categorie:

-Le abilità trasversali interne, che riguardano il modo in cui si interagisce con se stessi, per esempio:

  • fiducia in se stessi autocritica
  • problem solving
  • attitudine alla crescita e al miglioramento costante
  • perseveranza e flessibilità
  • creatività.

-Le abilità trasversali esterne, cioè il modo in cui si gestiscono le relazioni con gli altri, per esempio:

  • abilità comunicative, relazionali ed espressive;
  • capacità di lavorare in autonomia;
  • capacità di lavorare in gruppo;
  • gestione dei conflitti;
  • capacità d’influenza e leadership;
  • orientamento al cliente.

Entra in NETtoWORK e inizia a ricevere offerte di lavoro!

VAI ALLA PIATTAFORMA

Come si acquisiscono le soft skills

Alcune persone hanno delle attitudini innate, ma è sicuramente possibile acquisire e affinare le proprie soft skills.
Il modo migliore è osservare i comportamenti virtuosi e produttivi degli altri e acquisirli.
Secondo il principio della riprova sociale, le persone tendono a considerare valide le scelte effettuate da un numero elevato di persone. Questo perché i comportamenti umani sono modellati sulla base delle interazioni sociali con i propri simili.

Un ottimo inizio per aumentare le proprie capacità di comprensione è riuscire a cambiare il proprio punto di vista, cercando di capire quali sono le esigenze degli altri.

È importante imparare ad ascoltare attivamente le persone che lavorano con noi per capirne le difficoltà e riuscire ad aiutarli, remando verso una direzione comune. 

In azienda, per sviluppare le soft skills è utile l’apporto di un coach professionista, in grado di costruire programmi di allenamento per modellare il comportamento di manager e dipendenti.

A cosa servono le soft skills nel mondo del lavoro

Avere delle soft skills nel curriculum non è più un optional oggi. Le competenze trasversali permettono a manager, imprenditori e supervisor di procedere nella propria carriera.

È importante saper controllare le proprie emozioni, conoscere e gestire il rapporto con l’altro per avere un’ottima prestazione e raggiungere i propri obiettivi lavorativi.

Le abilità trasversali possono essere impiegate indipendentemente dalle mansioni tecniche e permettono ai dipendenti di adattarsi a diversi contesti, fronteggiando tempestivamente i problemi. 

Inoltre, le soft skills sono fondamentali nei lavori basati sui clienti. I lavori ad alto contatto con il pubblico richiedono ottime capacità trasversali per aumentare le performance, essere in grado si ascoltare un cliente e fornirgli un servizio utile.
L’assistenza al cliente richiede un alto livello di sopportazione dello stress e grandi doti empatiche, poiché il cliente che si rivolge al centro assistenza ha un disagio da sottoporre all’azienda. Molte volte questo disagio non viene espresso con toni tranquilli e pacati, per questo è importante avere empatia, capacità di ascolto, buona comunicazione e attitudine alla trattativa.

Lavorare su queste soft skills permetterà di ottimizzare la produttività e fidelizzare il cliente, trasformando una situazione poco vantaggiosa in un’opportunità.

NETtoWORK valorizza le soft skills

NETtoWORK, la più innovativa e completa piattaforma social per la ricerca e selezione del personale, dà valore e mette in risalto le soft skills personali.

I candidati possono descrivere e mostrare le proprie competenze trasversali e le proprie abilità di interazione sociale, effettuando il test sulla personalità.

 

In questo modo le aziende, oltre a poter visionare sul profilo le competenze ed esperienze dei candidati, possono scoprire in anteprima il carattere e la tempra dei talenti selezionati.

Inoltre, attraverso il Video CV personalizzato, i candidati possono raccontarsi e mostrare le proprie abilità comunicative, entrando in empatia con i recruiters che potranno contattarli via chat o telefonicamente per fissare il primo colloquio.

 

Le aziende iscritte possono trovare talenti con specifiche caratteristiche, avendo la possibilità di effettuare ricerche mirate e di valutare, attraverso il test sulla personalità, le competenze, le abilità e il carattere dei candidati. 

Iscriviti su www.nettowork.it: le aziende sono in continua ricerca di talenti specializzati e formati come te! Fai vedere quanti vali! 

 

Entra in NETtoWORK e inizia a ricevere offerte di lavoro!

VAI ALLA PIATTAFORMA

Correlati

Domande da fare a un colloquio di lavoro ai candidati

Il colloquio di lavoro rappresenta la fase cruciale per selezionare candidati che possano davvero fare la differenza all’interno della tua azienda. Saperlo svolgere e condurre in modo efficace ti consentirà di approfondire diverse sfaccettature di chi si candida, mettendo in risalto ciò che contraddistingue il suo profilo professionale, non solo a livello caratteriale, ma anche […]

Approfondisci

HR Manager: cosa fa, ruoli e come diventarlo

In un mondo del lavoro sempre più dinamico e in continua evoluzione, la figura dell’HR Manager sta assumendo un’importanza via via crescente e centrale. Questo perché rappresenta il fulcro delle strategie di gestione dei talenti e del personale all’interno delle aziende. Una figura che non si occupa soltanto della selezione delle risorse umane e della […]

Approfondisci