Per la nostra rubrica “Storie di Successo”, oggi abbiamo intervistato Barbara Garbarino, titolare dello studio fotografico Foto Barbara

Foto Barbara è uno studio fotografico con sede a Moncalieri con un’esperienza lunga oltre mezzo secolo nei servizi fotografici per cerimonie e eventi. Offre anche il servizio video-fotografico, quello di fotografia sportiva oltre a fotografie per brochure e cataloghi e ad album di nozze e fotolibri. Realizza inoltre riprese aeree con l’ausilio di droni ed offre il servizio noleggio auto d’epoca.

 

Buongiorno Barbara e grazie per essere qui con noi per condividere la tua esperienza!

Buongiorno e grazie a voi di NETtoWORK: trovo interessante, utile e piacevole poter parlare della mia professione e passione sul vostro Blog.

 

Prima domanda: la sua azienda ha più di 50 anni, qual è stato il primo passo e perchè è stata fondata?

Lo studio fotografico Foto Barbara è stato fondato più di 50 anni fa da mio padre Roberto, dopo aver lavorato presso un altro studio fotografico di Torino. Io ho seguito le sue orme, aiutandolo ed accompagnandolo a lavoro fin da quando ero piccola. La passione per la fotografia è cresciuta sempre più così ho deciso di studiare all’ Istituto per le Arti grafiche e fotografiche Giambattista Bodoni e mi sono diplomata per proseguire il lavoro che aveva iniziato mio padre.

 

In un mercato saturo, cosa vi rende unici rispetto alla concorrenza?

Ma sicuramente lavorando con un team famigliare, riusciamo ad avere un buon rapporto qualità prezzo e buona competitività.

 

Bene! Imprenditori nel settore fotografico si nasce o si diventa? Ovvio lei ha avuto un esempio importante in suo padre

Esatto. Diciamo che sono diventata titolare di Foto Barbara e sotto un certo aspetto imprenditrice seguendo mio padre nel suo lavoro. E’ partito tutto da lui. Poi ovvio bisogna essere bravi nella gestione dell’attività in seguito!

 

Qual è stato il suo maggior successo negli ultimi 10 anni?

Sicuramente l’aver lavorato per Iveco qui a Torino: abbiamo documentato sulla parte video dei manuali visivi per i camion per i Vigili del Fuoco.

 

Qual è il suo mito? Si ispira ad un fotografo in particolare?

Il mio mito è Hanry Cartie Bresson, mi ispiro anche a Sebastiao Salgado.

 

Ritiene di essere un capo giusto? Perchè?

Generalemente lavoriamo solo io e mio padre quindi sono capo di me stessa. Ovvio che a seconda delle necessità ci circondiamo di collaboratori freelance-

 

Potesse tornare indietro, modificherebbe qualcosa del suo percorso lavorativo?

No, rifarei le stesse cose.

 

Come si vede fra dieci anni?

Di certo con molta esperienza in più!

 

Un aggettivo per descrivere la sua attività.

Molto funzionale e mirata, perchè  facciamo esattamente ciò che ci richiedono i clienti.

 

Quali pregi e difetti nota nel settore della fotografia professionale attuale?

L’avvento del digitale ha portato molti pregi dal punto di vista di velocità ed azione, ma ha livellato molto il mercato, aumentando anche la concorrenza. Si possono far foto anche buone senza necessariamente avere uno studio o un percorso formativo alle spalle. Inoltre il digitale ha messo in crisi anche chi si occupava dello sviluppo e della stampa delle foto. Anche i semplici smartphone di oggi sono dotati di fotocamere potenziate per fare le foto. Ciò ha portato di sicuro una grossa crisi nel nostro settore ed oltretutto il fotografo di per sé non è più visto come professionista rispetto a quando c’era l’analogico. Viene più paragonato ad un hobby, ma non è così.

 

Come azienda, puntate sui giovani? Ed in che modo?

Puntiamo sui giovani nel mondo dei social e informatica con idee innovative.

 

Un consiglio ai giovani che stanno per affacciarsi sul mondo del lavoro?

Come diceva Steve Jobs ” Siate affamati, Siate folli “.

 

Bene, ottimo. Grazie Barbara per l’intervista!

Grazie a voi! E’ stato un piacere!

 

Iscriviti su NETtoWORK
Your Connections, Your Success!

iscrizione nettowork
Iscriviti su NETtoWORK – www.nettowork.it