Nettowork

Gli apprendisti non sono tutti uguali: ecco le tipologie

Le diverse tipologie di apprendisti

Una buona percentuale dei giovani sotto i 30 anni probabilmente inizia la propria attività lavorativa con un contratto di apprendistato. Molti, però, non sanno che esistono diversi tipi di questo contratto. Con le modifiche apportate del Decreto sul Lavoro del governo Renzi, infatti, possiamo individuare 3 classificazioni; ecco perché non tutti gli apprendisti si possono considerare uguali. Scopriamoli.

Apprendisti per la qualifica professionale

  • Chi sono gli apprendisti di questo tipo? I giovani dai 15 anni compiuti ai 25.
  • Qual è la durata massima di questo contratto? 3 anni; 4 anni nel caso di diploma quadriennale regionale.
  • In cosa consiste? È un percorso per coloro che devono concludere il proprio percorso di crescita. In sostanza, si tratta di un contratto formativo che consente di unire istruzione e formazione. Quest’ultima può essere realizzata internamente all’azienda, nella scuola o presso un ente di formazione. Inoltre, al termine del contratto, se non c’è esplicito recesso, il rapporto di lavoro continua a tempo indeterminato. Dopo la prova finale, gli apprendisti ottengono il titolo di qualifica o di diploma.

 

Apprendisti professionalizzanti

Chi sono gli apprendisti di questo tipo?  I giovani dai 18 anni ai 30 non compiuti; la soglia scende a 17 per i ragazzi già in possesso di una qualifica professionale.

Qual è la durata massima di questo contratto? 3 anni; 5 anni solo per l’artigianato. La durata minima, invece, è di 6 mesi.

In cosa consiste? Nella formazione sul lavoro il cui obiettivo è quello di ottenere una qualifica. E’ previsto un massimo di 120 ore di formazione in 3 anni. Questo tipo di contratto è usufruibile da tutte le imprese private, mentre per la Pubblica Amministrazione bisogna attendere ancora. I limiti e la regolamentazione relativamente al numero degli apprendisti varia a seconda del settore e del tipo di attività.

 

Apprendisti di alta formazione e ricerca

Chi sono gli apprendisti di questo tipo? I giovani dai 18 ai 29 anni.

Qual è la durata massima di questo contratto? Il periodo è deciso dalle singole regioni; il periodo massimo è comunque di 3 anni.

In cosa consiste? E’ un percorso utile a conseguire un titolo di studio di livello secondario, di studi universitari (dottorato), percorsi di alta formazione e di specializzazione tecnica superiore. Durante il periodo, infatti, i giovani possono svolgere ricerca, praticantato, dottorati e specializzazioni.

Dopo aver valutato questi 3 tipi di contratto di apprendistato, la tua opinione sull’argomento e le possibilità a disposizione degli apprendisti è cambiata? E’ fondamentale informarsi per poter scegliere consapevolmente. Il portale NETtoWORK ti aiuta anche in questo. Clicca subito e decidi qual è la strada migliore per te.

Entra in NETtoWORK e inizia a ricevere offerte di lavoro!

VAI ALLA PIATTAFORMA

Correlati

Domande da fare a un colloquio di lavoro ai candidati

Il colloquio di lavoro rappresenta la fase cruciale per selezionare candidati che possano davvero fare la differenza all’interno della tua azienda. Saperlo svolgere e condurre in modo efficace ti consentirà di approfondire diverse sfaccettature di chi si candida, mettendo in risalto ciò che contraddistingue il suo profilo professionale, non solo a livello caratteriale, ma anche […]

Approfondisci

HR Manager: cosa fa, ruoli e come diventarlo

In un mondo del lavoro sempre più dinamico e in continua evoluzione, la figura dell’HR Manager sta assumendo un’importanza via via crescente e centrale. Questo perché rappresenta il fulcro delle strategie di gestione dei talenti e del personale all’interno delle aziende. Una figura che non si occupa soltanto della selezione delle risorse umane e della […]

Approfondisci