AZIENDE

Onboarding aziendale: cos’è e best practice per gestirlo

L’onboarding aziendale è un processo fondamentale per l’integrazione efficace dei nuovi dipendenti. Non si tratta solo di un semplice orientamento, ma di un percorso strutturato che mira a far sentire i neoassunti parte integrante del team, accelerando il loro tempo di apprendimento e aumentando la loro produttività. In questo articolo, vedremo insieme cos’è l’onboarding aziendale e come strutturarlo efficacemente. Infine, ti forniremo cinque best practice per accogliere al meglio i nuovi arrivati.

Cos’è l’onboarding aziendale?

Si tratta del periodo di tempo attraverso il quale i neoassunti vengono integrati in un’organizzazione. Va oltre la semplice introduzione ai compiti specifici del ruolo; include la familiarizzazione con la cultura aziendale, le aspettative, i valori e le dinamiche di team. Un buon programma di onboarding aiuta a sentirsi benvenuti e a comprendere rapidamente come contribuire efficacemente agli obiettivi aziendali.

Si articola in un processo continuo, che può durare settimane o in alcuni casi mesi. Non bisogna avere fretta: il personale appena entrato in azienda deve apprendere gradualmente e acquisire le competenze necessarie per contribuire al successo aziendale.

Un onboarding ben fatto:

  • migliora l’employee retention dei dipendenti;
  • accresce il loro impegno;
  • aumenta la soddisfazione lavorativa;
  • stimola le prestazioni aziendali;
  • crea un ambiente di lavoro positivo e stimolante;
  • incoraggia la collaborazione e l’efficienza;
  • diminuisce il tasso di turnover.

Perciò, il percorso in questione – che rientra nel più ampio quadro dell’employee experience – non deve essere sottovalutato.

 

Come strutturare un processo di onboarding

L’onboarding non si limita alla semplice consegna di un fascicolo informativo al nuovo dipendente. Piuttosto, implica un approccio più diretto e personale, accompagnandolo e guidandolo attraverso i vari reparti dell’azienda. Ciò gli permette di capire il funzionamento di ciascun settore e di fare conoscenza dei colleghi. Pertanto, è essenziale organizzare un’accoglienza su misura, che consideri le peculiarità individuali del nuovo impiegato, il ruolo che assumerà e le caratteristiche uniche dell’azienda.

Per garantire l’efficacia del processo di onboarding, è fondamentale concentrarsi su alcuni aspetti cruciali. Prima ancora che il dipendente entri effettivamente in azienda e inizi a lavorare, è necessario predisporre tutti i documenti necessari, ovvero contratti, modulo di sicurezza e informazioni di base sulla politica dell’azienda. Così si sentirà ben accolto e avrà tutti gli strumenti preliminari di cui ha bisogno.

Una volta che la risorsa inizierà a prendere confidenza con l’ambiente di lavoro, è molto importante chiarire subito le responsabilità e le aspettative legate al ruolo, delineando le prestazioni attese e gli obiettivi a medio-lungo termine, per permettere al lavoratore di muoversi con sicurezza nella sua nuova posizione.

Altro aspetto importante è l’introduzione alla cultura aziendale, che aiuta a comprendere i valori, le pratiche e le modalità di lavoro e collaborazione dell’azienda. C’è poi da tenere in considerazione l’elemento della socializzazione con i colleghi, che può essere facilitata attraverso incontri di gruppo, pranzi di benvenuto, sessioni di team building e attività informali durante le prime settimane di lavoro.

Infine, va costantemente monitorato l’andamento dell’inserimento del nuovo dipendente. Incontri periodici con il reparto delle risorse umane sono fondamentali per raccogliere feedback, identificare bisogni o problemi e apportare miglioramenti al processo di onboarding, garantendo così un adeguato supporto.

 

5 best practice per accogliere i nuovi arrivati

Dunque, come abbiamo potuto constatare in questo approfondimento, il percorso di onboarding è molto delicato. Il rischio che i collaboratori abbandonino l’azienda prematuramente è dietro l’angolo, se non riescono a comprendere il loro ruolo e ad instaurare relazioni sociali stimolanti. Per creare un inserimento e avviamento lavorativo chiaro e coinvolgente ci si può affidare ad alcune best practice, ovvero un insieme di strategie e procedure ottimali adottate dalle organizzazioni per integrare efficacemente i nuovi dipendenti. Eccone cinque tra le più consigliate.

1) Prepara una sessione di orientamento completa: dovrebbe includere una panoramica dell’azienda, della sua storia, cultura, valori e una spiegazione delle politiche aziendali. Assicurati che i nuovi lavoratori comprendano bene le responsabilità e le aspettative del loro ruolo.

2) Prepara un kit di benvenuto personalizzato, con ad esempio materiale informativo sull’azienda, articoli di cancelleria, abbigliamento brandizzato e altri piccoli gadget. Questo gesto può far sentire i nuovi dipendenti apprezzati e parte del team fin dal primo giorno.

3) Assegna un mentor o un buddy esperto, in grado di guidare i nuovi arrivati nei primi giorni, rispondere alle loro domande e aiutarli a navigare nella cultura aziendale.

4) Organizza incontri formali e informali con i membri del team e altri dipartimenti. Momenti di questo tipo possono essere pranzi di benvenuto, riunioni di team e attività di socializzazione. L’obiettivo è costruire relazioni positive e facilitare la rete di contatti interni.

5) Stabilisci feedback regolari, ovvero incontri settimanali o mensili con i supervisori dei neoassunti o con le risorse umane per discutere del loro progresso, affrontare eventuali sfide e fornire supporto continuo. Questo può aiutare a identificare e risolvere eventuali problemi, nonché a garantire che il processo di integrazione proceda senza intoppi.

Vuoi rendere ancora più efficace il processo di onboarding nella tua azienda?

Parti dalla selezione dei candidati giusti: con NETtoWORK troverai le risorse e i talenti migliori sul mercato da inserire nel tuo organico. Profili perfettamente in linea con la visione e i valori aziendali, capaci di integrarsi fin da subito e al 100% nel clima, nella cultura e nell’operatività della tua realtà contribuendo così al successo del team.

Visita www.nettowork.it per trovare i candidati perfetti per la tua azienda: una selezione precisa e accurata del personale è il primo passo per un onboarding più veloce e proficuo.

Trova i candidati ideali in 3 click!
Scopri la promozione per la tua azienda!

CONTATTACI

Correlati

HR Manager: cosa fa, ruoli e come diventarlo

In un mondo del lavoro sempre più dinamico e in continua evoluzione, la figura dell’HR Manager sta assumendo un’importanza via via crescente e centrale. Questo perché rappresenta il fulcro delle strategie di gestione dei talenti e del personale all’interno delle aziende. Una figura che non si occupa soltanto della selezione delle risorse umane e della […]

Approfondisci

Come dare le dimissioni volontarie: procedura e tempi

Presentare le dimissioni è una decisione significativa nella carriera di un professionista e comporta una serie di passaggi da seguire per assicurarsi che il processo si svolga nel modo più liscio e professionale possibile. In questo articolo vedremo insieme come dare le dimissioni volontarie, analizzando aspetti cruciali come le modalità di comunicazione al datore di […]

Approfondisci