Protagonista dell’intervista di oggi è Pasquale Pio Pompilio, CCO – Business Development Director di RESTECH

RESTECH nasce nel 2010 dall’idea di un gruppo di giovani ricercatori del Dipartimento di Bio-Ingegneria del Politecnico di Milano. L’obiettivo aziendale è di sviluppare dispositivi medici innovativi per supportare il personale medico in applicazioni nuove che comprendono la diagnostica, il monitoraggio ed il trattamento dei pazienti, con focus principale sulle patologie respiratorie. 

La società nel 2016 ha ricevuto un finanziamento da un gruppo di investitori privati, che hanno preso anche parte nell’assetto societario.

Attualmente l’azienda risulta ancora ufficialmente come uno spin-off del Politecnico, infatti i rapporti con l’istituzione accademica da cui ha preso origine rimangono sempre molto stretti e costruttivi.

 

Buongiorno dott. Pompilio, grazie per essere qui con noi, è un piacere per noi di NETtoWORK intervistarla!

Buongiorno e grazie a voi di NETtoWORK per questo spazio che dedicate a RESTECH sul vostro Blog.

 

Cosa rappresenta per lei lavorare in RESTECH?

Per me, essendo uno dei fondatori, rappresenta ciò che speravo di fare mentre studiavo all’Università e cioè fare vera e propria Ingegneria Biomedica. In RESTECH partiamo da un’idea di applicazione medica, progettiamo il dispositivo, sviluppiamo il design elettronico, che poi finalizziamo a livello industriale con il supporto dei nostri fornitori, sviluppiamo internamente il software e la parte meccanica-funzionale, li certifichiamo e li testiamo clinicamente.

E’ una realtà piccola ma unica per il numero di attività che ricopre. E’ quindi interessante ma anche entusiasmante vedere come un’idea prenda forma in un prodotto che permetta ai medici di far stare meglio i loro pazienti.

 

Quali sono i valori principali su cui si basa RESTECH? 

Innovazione e creare nuove applicazioni utilizzando la tecnologia e le competenze acquisite a beneficio dei pazienti.

 

Come descriverebbe il suo ambiente di lavoro?

E’ un ambiente informale, con età media molto bassa, ben strutturato (l’azienda ha appena completato il passaggio al programma MDSAP che certifica l’aderenza del nostro modo di sviluppare e produrre alle normative riguardanti i dispositivi medici di Australia, Canada, Stati Uniti e Giappone)  e con un approccio orizzontale nel decision making in modo da coinvolgere tutti nei momenti di confronto e di prendere determinate decisioni.

 

In che modo la sua azienda stimola il buon operato e la crescita professionale interna?

Come prospettiva professionale, In RESTECH c’è la possibilità di seguire e far parte di un percorso di apprendimento tecnologico importante, infatti diamo molto spazio a qualsiasi attività di learning, forniamo un budget per l’acquisto di corsi di formazione ed aggiornamento e di materiale didattico inerente. Riteniamo importante che ognuno riservi una parte del proprio tempo per imparare ed approfondire le tecnologie nuove in uso durante lo sviluppo o candidate a sviluppi futuri.

Inoltre stiamo strutturando una pianificazione per obiettivi in modo da poter capire dove eventualmente migliorare ed avere anche una metrica obiettiva per ognuno di noi sulle nostre attività.

 

Ci sono politiche aziendali per la valorizzazione dei giovani talenti che lavorano con voi? Di che tipo? 

La nostra formazione interna è sempre attiva e continua per poter dare tutte le competenze necessarie a chi lavora con  noi, in modo da valorizzare ed aumentare il proprio bagaglio formativo e professionale.

 

Se dovesse dare un consiglio ad un giovane che voglia lavorare con voi, su quali caratteristiche secondo lei dovrebbe puntare per catturare la vostra attenzione? 

Oltre alle competenze tecniche di base che sono necessarie, ci deve essere anche curiosità, intelligenza e voglia di apprendere tecnologie nuove.

 

Quali sono stati i traguardi e gli obiettivi raggiunti recentemente dall’azienda?

Abbiamo in questi anni messo sul mercato un dispositivo medico-diagnostico, RESMON PRO, che ha ottenuto la certificazione CE Medical, è stato approvato dalla FDA, dal Ministero della salute canadese ed australiano ed è venduto in tutto il mondo da una Multinazionale del settore. Questo dispositivo è stato anche premiato dalla European Respiratory Society come Product of outstanding interest 2016, quindi come uno dei prodotti più innovativi del 2016.

Abbiamo completato nel 2016  un trial multicentrico europeo su una versione di dispositivo pensata per un utilizzo domiciliare , sviluppando un servizio di monitoraggio remoto di pazienti a rischio a livello europeo con un partner che è la VIVISOL. Questa idea ha ricevuto il Digital Award about Pharma, che è un importante premio editoriale del settore farmaceutico. Nel corso della sua storia inoltre l’azienda ha depositato e ottenuto 3 brevetti di invenzione.

 

Quali sono le caratteristiche di un buon selezionatore? 

Io mi occupo generalmente della prima valutazione del candidato.

Come approccio da selezionatore parto dal curriculum che spesso genera anche aspettative più o meno congrue poi con il colloquio. Voglio capire quali sono le motivazioni del candidato, cosa l’ha colpito della nostra azienda e perché vuole lavorare in RESTECH, ma anche cosa può risultare ai suoi occhi spaventoso, perché ovviamente una società piccola che fa innovazione lavora anche sul filo costante del rischio e quindi ci possono essere dei timori nel fare questa scelta lavorativa. Quindi cerco di capire quanto il suo mindset sia in linea con la nostra attività e quanto si possa trovare a proprio agio nel nostro ambiente.

 

Quali sono i motivi per cui RESTECH ha scelto NETtoWORK?

Dopo essere stato contattato da voi ed aver visto la vostra demo, mi ha colpito molto l’innovazione e la velocità di ricerca su NETtoWORK, con la possibilità di avere accesso a un database di candidati immediatamente contattabili e valutabili, la cui ricerca può essere resa più mirata con i vostri filtri dinamici.

 

Perfetto! Ringraziamo Pasquale Pio Pompilio per averci fatto conoscere meglio RESTECH!

Grazie ancora a voi di NETtoWORK, è stato un grande piacere.

 

Vuoi approfondire la tua conoscenza di RESTECH ed autocandidarti per lavorare nell’azienda di Pasquale Pio Pompilio?

Registrati ora su www.nettowork.it ed invia a RESTECH una Candidatura Express oppure un Video CV di autocandidatura!

 

Come fare per candidarsi? E’ facile!

Step 1– vai su www.nettowork.it 

Step 2– compila il form, clicca su Registrati gratis e completa la registrazione

Step 3– completa il tuo profilo con foto e caricando un Video CV di 90 secondi registrato da smartphone per poter avere più offerte e contatti dalle aziende

Step 4– cerca RESTECH nella sezione “cerca aziende”

Step 5– Invia all’azienda la tua Candidatura Express ed il tuo Video CV dedicato di 90 secondi in cui spieghi perché sei tu il candidato ideale per questa azienda!

Iscriviti su NETtoWORK
Your Connections, Your Success!

iscrizione nettowork
Iscriviti su NETtoWORK – www.nettowork.it