CANDIDATI

Work life balance: cos’è e come raggiungerlo in 3 step

In un mondo dove il confine tra lavoro e vita privata diventa sempre più sfumato, il concetto di work life balance sta assumendo grande importanza. In questo articolo andremo a esplorare il suo significato, evidenziando perché sia fondamentale trovare un equilibrio tra sfera professionale e vita personale.

Attraverso un’analisi dettagliata, esamineremo le ragioni per cui mantenere un sano equilibrio tra lavoro e tempo libero non è solo benefico per la salute mentale e fisica, ma anche essenziale per il raggiungimento degli obiettivi lavorativi.

Inoltre, verranno discussi step pratici e strategie efficaci che lavoratori e aziende possono adottare per ottenere un compromesso ottimale, trasformando così la teoria del work life balance in una realtà concreta, vantaggiosa per entrambe le parti.

In che cosa consiste il work life balance?

Prima di tutto, rispondiamo a una prima domanda utile a inquadrare la tematica: cos’è il work life balance? Si tratta di un termine inglese nato negli anni ’70 in Gran Bretagna, che può essere tradotto in italiano come equilibrio vita-lavoro. In sostanza, lo scopo dei suoi teorizzatori era quello di trovare un bilanciamento sano tra il tempo e l’energia dedicati al lavoro e quelli riservati ad altri aspetti della vita, come ad esempio la famiglia, gli hobby e il riposo.

Dopo mezzo secolo, la conciliazione tra lavoro e vita privata è un tema più attuale che mai. L’accelerazione dello sviluppo tecnologico e dello smart working ha reso ancora più sfumata la linea di separazione che deve esistere tra i due ambiti, sia con riferimento ai tempi che agli spazi fisici del lavoro. Non a caso, la voce “work life balance” è sempre più presente all’interno dei contratti aziendali.

Perché è importante bilanciare lavoro e vita privata

Uno studio pubblicato sull’European Heart Journal nel 2017 ha evidenziato come gli squilibri tra lavoro e vita privata possano avere implicazioni significative per la salute, specialmente per quanto riguarda il rischio di malattie cardiovascolari. La ricerca ha rivelato infatti che lunghe ore di lavoro, associate a stress e a uno stile di vita sedentario, possono aumentare il rischio di eventi cardiaci come l’infarto.

Al di là degli impatti sulla salute fisica, un bilanciamento sano è imprescindibile anche per la salute mentale. Lavorare eccessivamente o in modo poco sostenibile può portare a stress, burnout e peggiore qualità della vita; al contrario, avere tempo per rilassarsi, coltivare relazioni personali e dedicarsi a passioni e hobby aiuta a mantenere il benessere psico-fisico.

Dal punto di vista professionale, il work life balance favorisce una maggiore produttività e creatività. Quando le persone sono meno stressate e più soddisfatte della loro vita fuori dal lavoro, tendono a essere più energiche, concentrate e innovative nel loro ambiente lavorativo. Ciò può tradursi in una maggiore efficienza e in risultati migliori sul lavoro.

3 step per raggiungere il work life balance

Raggiungere un equilibrio tra lavoro e vita privata richiede un approccio consapevole e strategico. Ecco tre step per ottenere il work life balance:

  1. Gestione virtuosa del tempo e stabilire priorità: organizzare bene il tempo è un aspetto cruciale. Ciò significa saper distinguere tra compiti urgenti e importanti sia nel lavoro che nella vita privata, e imparare a dire no quando necessario. Stabilire priorità aiuta a concentrarsi su ciò che è veramente importante, riducendo lo stress e aumentando la produttività.
  2. Confini chiari tra lavoro e vita privata: è essenziale stabilire e mantenere confini chiari tra il tempo dedicato al lavoro e quello riservato alla vita personale. Questo può includere regole come non controllare le email di lavoro durante il tempo libero o fissare orari definiti quando si lavora da casa.
  3. Cura di sé e tempo di qualità: dedicare tempo alla cura di sé, sia fisicamente che mentalmente, è altrettanto fondamentale. Questo include esercizio fisico regolare, una dieta equilibrata, un sonno adeguato, e anche attività che nutrono l’anima, come hobby, passatempi creativi, o tempo di qualità con amici e familiari. Coltivare questi aspetti della vita aiuta a ricaricare le energie e a mantenere una prospettiva equilibrata.

Adottando queste piccole grandi accortezze, potrai raggiungere un equilibrio più sano tra le responsabilità professionali e la vita personale, aumentando così il tuo benessere generale e la soddisfazione nella vita.

La scelta dell’azienda giusta è decisiva per il proprio benessere. Se stai cercando un’opportunità lavorativa che rispetti il tuo bisogno di work life balance, NETtoWORK è il posto giusto per te. Scopri come possiamo aiutarti a trovare la posizione che si allinea non solo con le tue competenze professionali, ma anche con il tuo stile di vita. Visita www.nettowork.it per iniziare il tuo percorso verso un lavoro soddisfacente e un equilibrio sereno di vita.

Correlati

Domande da fare a un colloquio di lavoro ai candidati

Il colloquio di lavoro rappresenta la fase cruciale per selezionare candidati che possano davvero fare la differenza all’interno della tua azienda. Saperlo svolgere e condurre in modo efficace ti consentirà di approfondire diverse sfaccettature di chi si candida, mettendo in risalto ciò che contraddistingue il suo profilo professionale, non solo a livello caratteriale, ma anche […]

Approfondisci

HR Manager: cosa fa, ruoli e come diventarlo

In un mondo del lavoro sempre più dinamico e in continua evoluzione, la figura dell’HR Manager sta assumendo un’importanza via via crescente e centrale. Questo perché rappresenta il fulcro delle strategie di gestione dei talenti e del personale all’interno delle aziende. Una figura che non si occupa soltanto della selezione delle risorse umane e della […]

Approfondisci